24.12.2021

Quadrivio al controllo del tessuto non tessuto di Soft Non Wovens

Bebeez.it
PRESS REVIEW

l fondo Industry 4.0, veicolo di private equity di Quadrivio Group, ha rilevato la maggioranza di Soft Non Wovens, produttore biellese di tessuto non tessuto, dalle famiglie Verzoletto e Falco, che rimarranno all’interno della compagine aziendale e rinvestiranno, affiancando il fondo nella strategia di sviluppo perseguita.Quest’ultima si propone di rendere ancora più manageriale l’azienda e consolidarne il posizionamento sul mercato di riferimento, favorito dalla natura anticiclica del business. Gli istituti bancari che hanno finanziato l’operazione sono stati Intesa Sanpaolo, Monte dei Paschi Capital Service e Bper Banca.

Grant Thornton FAS ha agito a supporto del venditore per gli aspetti M&A. La controparte è stata invece assistita dallo Studio Giliberti Triscornia & Associati per la definizione degli aspetti contrattuali e da Banca Mediolanum per ciò che concerne la struttura dell’operazione e del debito. Le due diligence sono state effettuate da PwC, dallo Studio Russo De Rosa e da Kearney, mentre gli aspetti legali sono stati seguiti dallo studio Condinanzi.

Fondata nel 1974 a Quaregna Cerreto (Biella), Soft N.W. è attualmente specializzata nella produzione di tessuto realizzato al 100% in polipropilene spunbonded e altamente indicato per applicazioni industriali come coperture, materiali da costruzione, filtrazione e agricoltura. Nel 2020 l’azienda ha lanciato una nuova linea di produzione, basata su una tecnologia proprietaria, in grado di realizzare un materiale ancora più resistente, in linea con le esigenze sia dell’agricoltura che del comparto delle costruzioni. Soft N.W. oggi produce ed esporta i suoi prodotti a livello internazionale: il 90% del fatturato è realizzato all’estero, in particolare in Germania ed Est Europa. Nel 2021 la società prevede di fatturare 36 milioni di euro generando un ebitda di circa 6 milioni.

Olmo Falco, socio e membro del CdA di Soft N.W, ha commentato: “Negli ultimi anni il settore del tessuto non tessuto ha vissuto un processo di cambiamenti radicali, favorendo sia una crescente specializzazione in nicchie ad alto valore aggiunto, sia un continuo processo di consolidamento. Per questa ragione abbiamo deciso di compiere un ulteriore passo verso la crescita, aprendo le porte al fondo Industry 4.0 di Quadrivio Group, in cui vediamo un partner solido e di lunga esperienza. L’acquisizione di Texbond spa dimostra quanto il fondo creda nel nostro settore e punti, attraverso l’ingresso in Soft NW, a creare uno dei principali poli del TNT a livello internazionale.”

Andrea Casartelli, general manager Soft N.W, ha spiegato: “L’ingresso di Quadrivio Group rappresenta un’opportunità unica per continuare a sostenere la nostra crescita attraverso un paniere di opportunità ampio e durevole. La visione condivisa tra gli investitori si traduce in un piano industriale incentrato sullo sviluppo di nuovi mercati e applicazioni, su una continua ricerca di prodotto in chiave sostenibile e sulla costante attenzione al cliente tipica di Soft.”

Pietro Paparoni, investment director di Quadrivio, ha affermato: “Ci poniamo l’obiettivo di valorizzare al meglio i significativi investimenti effettuati in Soft in termini di capacità produttiva nonché promuovere sinergie con Texbond, società attiva nel medesimo settore e acquisita il 15 luglio 2021. Questo investimento conferma la valenza strategica del private equity, come aggregatore di realtà industriali che permettono di valorizzare il capitale umano e manageriale esistente, nonché attrare nuovi manager in grado di supportare la forte crescita prevista nei prossimi esercizi.”

Roberto Crapelli, managing partner di Industry 4.0 Fund, ha aggiunto: “Ritengo che questa acquisizione consenta di arricchire ulteriormente il portafoglio di Industry 4.0 Fund, promuovendo la creazione di un polo nel settore del tessuto non tessuto, in grado di soddisfare non solo le richieste del settore del personal care e construction, ma anche di settori più specialistici e di nicchia come quello dell’agricoltura e della filtrazione. L’operazione ci ha consentito di inserire nel piano anche importanti elementi di digitalizzazione coerenti con il settore.”

Per Alessio Rossi, partner di Quadrivio Group, “questa è la seconda importante operazione nel settore e pone solide basi per la creazione di un polo europeo per il mercato del tessuto non tessuto e rappresenta al meglio come il private equity può contribuire alla crescita del tessuto produttivo del nostro Paese.”

L’investimento di Quadrivio Group in Soft N.W. si inquadra nella più ampia strategia di Industry 4.0 Fund, fondo promosso e gestito in co-partnership con Roberto Crapelli, che ha come obiettivo quello di investire nelle imprese italiane molto orientate all’Industry 4.0, promuovendone la competitività e accelerandone lo sviluppo e la crescita a livello internazionale. Quella su Soft N.W. è la quinta operazione del fondo dopo quelle su: F&DE Group, realtà leader nei servizi legati alla ristorazione alberghiera, Rototech, azienda italiana che progetta e realizza componenti in plastica per il settore trucks, agricolo e construction, EPI, che gestisce i negozi ufficiali fisici e online dei migliori club calcistici italiani e di altri importanti marchi, e appunto Texbond, azienda trentina leader nella produzione di tessuti nonwoven (tessuto non tessuto).

News sourceBebeez.it